Quali sono i sintomi dell'herpes genitale?

Punti chiave:

  • L'herpes genitale è una comune infezione a trasmissione sessuale che porta a irritazione e piaghe genitali.
  • Molti casi di herpes genitale possono essere lievi e alcune persone potrebbero non rendersi nemmeno conto di averlo.
  • Qualcuno può diffondere l'infezione con o senza sintomi, quindi le persone sessualmente attive dovrebbero sottoporsi a test regolari per sapere se hanno il virus.

L'herpes genitale è un'infezione a trasmissione sessuale (STI) molto più comune di quanto la maggior parte delle persone creda. Più di 1 persona su 6 ha l'herpes genitale, anche se il numero effettivo è probabilmente più alto poiché molte persone non sanno di averlo. Questo perché alcuni casi causano solo sintomi lievi, quindi possono passare inosservati. Ma è importante sapere quali segnali cercare. Questo perché l'herpes genitale è causato da un virus (virus dell'herpes simplex o HSV) che vive nel nostro corpo per sempre. E può diffondersi facilmente da persona a persona durante il sesso orale, genitale o anale, anche quando una persona non ha sintomi attivi. Spiegheremo cosa cercare, così saprai quando fare il test.

Posso avere l'herpes genitale e non saperlo?

Herpes genitale

Sì. Non tutti con l'herpes genitale manifestano sintomi evidenti. I casi lievi spesso passano inosservati. E una singola piaga può essere confusa con un pelo incarnito, un'ustione da rasoio o anche solo una lieve irritazione.

È importante tenerlo a mente se sei sessualmente attivo, dal momento che tu o il tuo partner potreste avere l'herpes genitale ma non saperlo. Ed è ancora possibile che qualcuno diffonda il virus ai propri partner anche se non hanno piaghe. Sebbene le piaghe attive aumentino il rischio di trasmettere l'infezione.

Aiuta anche a capire che ci sono due tipi di herpes: herpes simplex virus 1 (HSV-1) e herpes simplex virus 2 (HSV-2). L'HSV-2 causa più comunemente l'herpes genitale. L'HSV-1 di solito causa l'herpes orale, ma alcuni casi di herpes genitale sono dovuti all'HSV-1. Questo può essere il caso se il virus si diffonde dalla bocca ai genitali durante il sesso orale. Entrambi i tipi possono non causare sintomi o solo sintomi lievi.

Se pensi di essere stato esposto o infettato, è importante sapere a cosa prestare attenzione. Conoscendo i segni e i sintomi, potresti essere in grado di prevenire la trasmissione.

Quali sono i segni e i sintomi dell'herpes genitale?

I sintomi dell'herpes genitale di solito compaiono entro 4 giorni dall'esposizione, ma questo periodo di tempo può variare da 2 giorni a 3 settimane. I sintomi sono generalmente peggiori durante il primo focolaio (denominato infezione "primaria"). E potrebbero diventare più evidenti con il progredire dell'epidemia.

Prima che compaia qualsiasi piaghe, qualcuno potrebbe prima avvertire sintomi simil-influenzali:

  • Febbre
  • Brividi
  • Male alla testa
  • Stanchezza
  • Dolorabilità

Possono anche manifestare sintomi genitali senza piaghe evidenti, come:

  • Linfonodi ingrossati nella regione genitale
  • Sensazione di prurito o formicolio vicino all'inguine o all'ano

Disagio durante la minzione

Circa 2-7 giorni dopo l'inizio dell'epidemia, si sviluppa la caratteristica eruzione cutanea. Questo appare come una macchia di pelle rossa con più piccole protuberanze che si sentono leggermente sollevate. Queste protuberanze poi diventeranno protuberanze chiare e piene di liquido, chiamate "vescicole". Alla fine, le vescicole si rompono, rendendole dolorose e doloranti. Quando le piaghe guariscono, formeranno croste. Le croste spesso guariscono entro 2 settimane, ma questo processo può richiedere fino a 6 settimane per scomparire completamente.

Sebbene questo sia il classico decorso dell'infezione, l'herpes genitale non è sempre ovvio. Alcune persone non hanno alcun sintomo. Oppure i sintomi possono essere molto lievi e appena percettibili. E altre volte, i sintomi possono essere diagnosticati erroneamente.

Quali altre condizioni possono assomigliare all'herpes genitale?

Esistono diverse malattie sessualmente trasmissibili che possono causare protuberanze e piaghe che assomigliano molto all'herpes genitale. Ma ci sono alcuni indizi utili che possono aiutare te e il tuo provider a capire la differenza:

  • Piaghe da sifilide: queste piaghe non sono dolorose, a differenza dell'herpes, che tende a causare qualche disagio.
  • Ulcere ulcerose: spesso appaiono più grigie o gialle. E il fluido all'interno delle protuberanze appare bianco anziché trasparente.
  • Linfogranuloma venereo: questo generalmente provoca piccole protuberanze, ma non protuberanze o ulcere piene di liquido come l'herpes.
  • Ulcere del granuloma inguinale: sono indolori e tendono ad avere un aspetto rosso e muscoloso. Possono sanguinare facilmente.

L'herpes genitale può anche essere scambiato per altre condizioni non trasmesse sessualmente. Questo è particolarmente vero se qualcuno non ha le piaghe tipiche. Alcuni esempi comuni includono:

  • Peli incarniti o brufoli
  • Emorroidi (quando le piaghe sono intorno all'ano)
  • Infezione del tratto urinario (UTI)
  • Infezione da lievito - soprattutto nelle donne
  • Vaginite - una condizione che porta all'infiammazione della vagina

La buona notizia è che quando la diagnosi non è chiara, ci sono alcuni semplici test che possono aiutare.

Cosa fare se pensi di avere l'herpes genitale

Se temi di avere l'herpes genitale, non esitare a contattare il tuo medico per fissare un appuntamento. Se hai piaghe attive, molti fornitori possono diagnosticarti con sicurezza l'herpes genitale in base all'aspetto. Ma sono disponibili e raccomandati anche test di laboratorio di conferma.

Se hai piaghe attive, il tuo medico può tamponare l'area e guardare il campione al microscopio. Possono anche inviare il campione a un laboratorio per testare la presenza di HSV-1 e HSV-2.

Il tuo medico può fare un esame del sangue se non hai piaghe attive, ma sei preoccupato per l'esposizione. Questo test può essere utile perché non ha bisogno di essere cronometrato con un focolaio. Ma un esame del sangue ha alcuni inconvenienti:

  • Non può distinguere tra HSV-1 o HSV-2.
  • Se è positivo, non specifica da quanto tempo sei stato infettato.
  • Non è sempre positivo subito dopo essere stato infettato. Quindi questo potrebbe significare che devi programmare una ripetizione del test.

Se sei preoccupato per una possibile esposizione o per alcuni sintomi inspiegabili, non dovresti mai esitare a contattare una clinica o un fornitore per i test. Possono fornire informazioni utili e puoi farlo in qualsiasi momento.

Trattamento quando hai un focolaio

Il virus che causa l'herpes genitale può vivere nel tuo corpo per anni. Tuttavia, questo non significa che hai sempre un'infezione attiva. Il più delle volte, il virus è silenzioso (spesso indicato come dormiente) e non causa alcun problema. Ma di tanto in tanto, il virus si attiva. E questo porta a un focolaio.

Anche se non esiste una cura, esistono farmaci antivirali che possono aiutare. Se inizi questi farmaci all'inizio di un'epidemia, possono ridurre i sintomi e ridurre la durata dell'epidemia. Questi farmaci possono essere presi come una pillola e includono:

  • Aciclovir (Zovirax)
  • Valaciclovir (Valtrex)
  • Famciclovir

I Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC) raccomandano che chiunque abbia il primo focolaio riceva un trattamento antivirale. Dopodiché, alcune persone prendono questo farmaco solo quando hanno un focolaio. Altri lo prendono ogni giorno per prevenire focolai e ridurre la probabilità di diffonderlo a qualcun altro. Puoi discutere queste opzioni con il tuo provider, che può aiutarti a prendere la decisione migliore per te.

Prevenire un'epidemia

La frequenza e la durata delle epidemie variano da persona a persona. Alcune persone non li ottengono molto spesso. Le persone che hanno epidemie più frequenti a volte scelgono di assumere una bassa dose giornaliera di farmaci antivirali per prevenire le epidemie. Questa è chiamata terapia soppressiva e può essere abbastanza efficace. Molte persone che scelgono questa opzione non hanno affatto epidemie sintomatiche.

Ma indipendentemente dal fatto che tu abbia o meno epidemie frequenti, può essere utile essere a conoscenza di alcuni fattori che tendono a scatenare epidemie:

  • Luce del sole
  • Cambiamenti ormonali, come quelli che si verificano con un ciclo mestruale
  • Fatica
  • Malattia o intervento chirurgico
  • Tutto ciò che indebolisce il tuo sistema immunitario

Con o senza farmaci antivirali, la frequenza delle epidemie tende a diminuire nel tempo. Quindi, se scegli di prendere una terapia soppressiva, non significa che dovrai prenderla per il resto della tua vita.

Parlare con il tuo attuale partner sessuale dell'herpes genitale

Una delle cose difficili della convivenza con l'herpes genitale è sapere come e quando parlare con i tuoi partner sessuali della condizione. Ma questo è un passo importante per aiutare a prevenire la trasmissione dell'infezione, perché la trasmissione può avvenire anche se non si hanno sintomi o si verifica un'epidemia.

Quando stai pensando di fare questa conversazione, può essere utile tenere a mente questi suggerimenti:

  • Prima di parlare con il tuo partner, metti in pratica ciò che stai per dire.
  • Non sentire il bisogno di scusarti quando dai la notizia.
  • Scegli uno spazio sicuro e tranquillo in cui ti senti a tuo agio nel condividere queste informazioni.
  • Sii aperto a qualsiasi domanda possa avere.

Potrebbero chiedere se devono sottoporsi al test. E questa è probabilmente una buona idea, visto che il rischio di trasmissione non è mai zero. Ma indipendentemente da ciò che tu e il tuo partner decidete, una comunicazione onesta vi aiuterà a sentirvi più a vostro agio e a rimanere in salute.

La linea di fondo

L'herpes genitale può essere una diagnosi stigmatizzante per le persone sessualmente attive. Ma è molto più comune di quanto si creda. E le persone possono quindi inconsapevolmente darlo a qualcun altro. Sebbene non causi sempre sintomi evidenti, è utile conoscere alcuni dei sintomi più lievi che possono derivare da un'infezione da herpes. Anche senza questi sintomi, se sei sessualmente attivo è sempre una buona idea sottoporsi a uno screening annuale per le infezioni trasmesse sessualmente.